CHIEDI AI NOSTRI ESPERTI

Radioterapia e oncologia
Dott. Marco Orsatti
Direttore S.C. Radioterapia dell’Ospedale Sanremo-ASL 1 Imperiese - Leggi il curriculum

Domande o dubbi? Puoi fare una ricerca sui quesiti posti dagli altri utenti, oppure cerca le risposte utilizzando il motore di ricerca per argomenti.
Se non trovi una risposta che ti soddisfi fai una domanda al nostro Esperto, riceverai un codice per ricercare la risposta alla tua domanda.

Cerca una risposta

Cerca per codice
Cerca per argomento
Cerca per parola chiave

Fai una domanda

Ultime risposte

08/06/2017 - effetti radioterapia

Informazioni su GAGs

DOMANDA:
Eta': oltre 50
Sesso: male
Gentile dott. Orsatti
Buongiorno, sono stato trattato con radioterapia per la neoplasia della prostata.
Terminato il ciclo di 40 sedute, ho constatato che gli effetti collaterali erano modesti; ma 10 giorni dopo si è innestata una cistite e quindi anche una infiammazione della vescica etc.
Al momento sono in cura antibiotico e antinfiammatorio da una decina di giorni senza risultati.
Ho letto l'articolo in qui lei parla di una nuova cura per combattere questi effetti secondari della radioterapia e Le vorrei sottoporre alcune domande.
1. Il trattamento è possibile farlo nella città di Roma?
2. Le capsule molli sono in fase di sperimentazione o sono reperibili? Eventualmente dove?
3. Volendo utilizzare questo nuovo prodotto, dovrei interrompere la cura attuale?
La ringrazio per la cortese attenzione che vorrà dedicare a questa richiesta, in attesa di un riscontro La ringrazio.
Cordiali saluti


p.s. Ove lo ritenga utile potrei inviarle la documentazione medica in mio possesso.

RISPOSTA:
Buongiorno, la ringrazio per il suo quesito. Presumo che sia stata esclusa con l'esame delle urine e l'urinocultura che si tratti di infezione batterica e che quindi sia una cistite da radioterapia come può accadere con il trattamento. Può integrare la cura in atto con prodotti a base di acido ialuronico ed antiinfiammatori naturali come lo Ialuril soft gel che nella nostra esperienza si è mostrato efficace sia nella prevenzione che nel trattamento delle cistiti da radioterapia. La dose iniziale è di 2 compresse 2 volte al giorno per una settimana ed in caso di miglioramento si riduce a 2 compresse al giorno per un'altra settimana(indipendentemente dai pasti). Il prodotto è disponibile da tempo in tutte le farmacie e può essere associato alla sua terapia in atto senza interferenze.
Cordiali saluti

22/03/2017 - effetti radioterapia

15 mesi dopo la radioterapia di salvataggio,

DOMANDA:
Eta': oltre 50
Sesso: male
Urinocultura: positiva
Ecografia: normale
Terapie: topstar supposte

Operato prostata 20O9',5anni dopo radioterapia.15 mesi dopo dolori perineali,se sto seduto provo dolore,ogni volta che mi alzo perdo liquidi,succedeva anche dopo. L'operazione. Per' questa voltaforti bruciori all'uretra. E a volte gogge di sangue,se sto molto seduto.fatto ecografia pelvica,colonscopia, sembra abbastanza normale. Attualmente prendo topster supposte 3 al di. E' necessaria una tac,sono in attesa per cistoscopia? Grazie

RISPOSTA:
Buongiorno, la ringrazio per la sua domanda. Potrebbe essere esito della radioterapia il suo problema, quindi giusto eseguire la cistoscopia. Se negativa occorre senz'altro la Tac.
Cordiali saluti

20/03/2017 - effetti radioterapia

radioterapia dopo gli 80

DOMANDA:
Eta': oltre 50
Sesso: female
gen.le dott.
mia madre di 84 anni è stata recentemente operata di un carcinoma duttale infiltrante al seno sinistro.
G" margini liberi - pT1b pNO (0/2 asportati)
ER : 0%, PgR:0%, Ki 7:25%
il team le ha sconsigliato la radioterapia, data l'età ed i possibili effetti collaterali acuti e tardivi.
17 anni fa subi lo stesso intervento alla mammella destra, per un nodulo più grande di alcuni centimetri , quest'ultimo è stato di pochi millimetri, allora fece sia radio che chemio,
i medici consigliano il solo fallow.up ogni 6 mesi.
non sappiamo se è una decisione giusta o meno da prendere,
lei cosa ci può consigliare?
può essere d'avvero più pericoloso la terapia che il rischio di recidive?
grazie
sig.ra D'agostino

RISPOSTA:
Buongiorno sig.ra D'Agostino, la ringrazio per la sua domanda. La situazione della mamma è molto buona, con un rischio basso di recidiva locale, per cui le hanno consigliato il follow up senza radioterapia. La negatività dei recettori ormonali e quindi l'assenza di una terapia farmacologica ormonale di protezione aumenta lievemente il rischio di recidiva locale, ma stante l'età e gli eventuali effetti collaterali che le hanno prospettato(in particolare il rischio tossicità a livello cardiaco essendo interessata la mammella sinistra)la scelta del solo controllo semestrale può essere sicuramente presa in considerazione.
Le porgo i più cordiali saluti.
Dr.M.Orsatti

13/05/2016 - domanda per l'urologo

compatibilità tra cistoscopia e instillazioni

DOMANDA:
Eta': oltre 50
Sesso: male
Urinocultura: negativa
Ecografia: normale
Terapie: instillazioni vescicali BCG

Gentile dottore,
nell'aprile 2015 a mio padre, all'epoca settantacinquenne, è stata rimossa una neoplasia vescicale di alto grado superficiale. La terapia prevista furono 6 instillazioni endovescicali di Bcg con cadenza settimanale. A ottobre, in seguito a cistoscopia, gli fu rilevata una recidiva, rimossa con resezione. La terapia, che ha preso il via lo scorso febbraio, è stata di 8 instillazioni con cadenza mensile (termineranno, pertanto, a settembre). Mi chiedevo: è possibile effettuare nel frattempo una cistoscopia di controllo? In merito ho avuto pareri contrastanti: un urologo ritiene che il risultato sia alterato e non credibile (oltre al fatto che sia particolarmente irritante in questa fase), mentre l'altro la consiglia. Che fare?
In attesa di gentile riscontro le invio cordiali saluti e la ringrazio anticipatamente per l'attenzione. Saluti!

RISPOSTA:
Buongiorno, La ringrazio per il suo quesito. Il controllo cistoscopico è previsto al termine delle instillazioni, non prima.
La ringrazio e le invio cordiali saluti

13/03/2016 - domanda per l'urologo

Cistite cronica

DOMANDA:
Eta': fino a 30
Sesso: female
Urinocultura: positiva
Ecografia: normale
Terapie: Ovuli malcron antibiotici lavande intime crema melcron

Buongiorno dottore
Sono Valentina e ho 24 hanni.
Ho problemi di cistite sono hanni e non so più come uscirne faccio controlli esami di urine Paptest ma nulla risulta negativo...per favore datemi un consiglio. ..

RISPOSTA:
la preghiamo di voler inviare lo stesso quesito selezionando lo specialista urologo e non il radioterapista. la ringraziamo della comprensione, cordialità
la redazione
www.curarelacistite.it

16/12/2015 -

Cistite con ematuria

DOMANDA:
Eta': oltre 50
Sesso: male
Urinocultura: negativa
Ecografia: normale
Buonasera dottore, sono stato operato di prostotectomia radicale a luglio 2014 , ho fatto la cura ormonale per un anno e ho fatto un ciclo di 39 radioterapia terminato a febbraio 2015 . Durante la terapia non ho avuto disturbi poi verso maggio 2015 ho avuto il primo episodio di ematuria con bruciore , preso antibiotici il tutto è durato 3-4 giorni poi un altro episodio a luglio è un terzo adesso ormai passato. Durano 5-6 giorni con ematuria i bruciori durano un po' di più , la cura che mi è stata data è 12 antibiotici roxitromicina , le chiedo gentilmente se è normale tutto ciò e se posso fare qualcosa di più. Grazie in anticipo

RISPOSTA:
Buongiorno, La ringrazio per la sua domanda. Presumo sia stata eseguita un'urinocoltura con antibiogramma per verificare se la cistite sia stata causata da una infezione delle vie urinarie con conseguente ematuria( evenienza possibile sia durante che subito dopo la radioterapia). Qualora persista l'ematuria nonostante la terapia antibiotica occorre controllare la vescica con la cistoscopia per verificare che non vi siano altre cause che provocano l'ematuria.
La ringrazio e rimango a disposizione per ulteriori aggiornamenti.
Buona giornata.

Dr.M.Orsatti

23/11/2015 - effetti radioterapia

Cistite attinica dopo radioterapia e cyberkni

DOMANDA:
Eta': oltre 50
Sesso: male
Urinocultura: negativa
Ecografia: normale
Terapie: Casodex 150 e nolvadex 20

Come curarla

RISPOSTA:
Gentile signore, la ringrazio per il quesito ma ho bisogno di ulteriori informazioni circa la sua patologia che ha richiesto la radioterapia(perchè ha dovuto eseguire la radioterapia, ha avuto una ripresa di malattia? Dopo chirurgia o precedente radioterapia?) e se sa dirmi quante sedute di radioterapia ha eseguito. Inoltre mi spieghi bene quando è insorta la cistite e con quali sintomi e se ha già provato dei farmaci per il problema.
La ringrazio per l'attenzione.

M.Orsatti

30/10/2015 -

serve la radioterapia ???? un consiglio x r

DOMANDA:
Eta': 31-50
Sesso: male
Urinocultura: positiva
Ecografia: anomala
Terapie: radioterapia o cosa ??

ILLUSTRISSIMO EGREGIO DOTTORE

buon giorno, Le scrivo dal sito trovato in internet..

Mi scuso tantissimo in anticipo x il disturbo che le creo leggendo questa mail...



Mi chiamo gianni ghidelli e sono un collega infermiere del pronto soccorso di Bollate-di Milano

Avrei ...se puo' davvero aiutarmi,... BISOGNO di chiederlLe un AIUTO ..e un consiglio "spassionato"..

visto la sua Notevole esperienza prof.le nel campo onco-urologico della Sua U:O...

e TROVANDOMI in un ansia incredibile e indeciso sul iter terapeutico da percorrere...

SE MI PUO' davvero CONSIGLIARE AL MEGLIO...e MI PERDONI DAVVERO.. LA MODALITA'..mail...



Ho un fratello gemello di soli 46a.fumatore,...con un brutto tumore alla vescica ,

diagnosticato con un ecografia normale ed uro-tac con m.d. c.ad 8/2015…

di alcune formazioni aggettante il lume, nella porzione laterale sx e basale, il cui max diametro e' 46mm

(al eco invece dice ...6x4 cm e altra concomitante di 16mm..)

ed altre formazioni millimetriche a livello postero-superiore della vescica e con pareti ispessite..

HA gia' eseguito un primo intervento di TURV il 12/8 ,. senza grosse problematiche..

all' istologico definito come un tumore superficiale " carcinoma uroteliale papillare ad alto grado" G3 - PTaNx ..non invasivo.

(asportati -60gr di porzione esofitica

-15 gr di base di impianto

- e un frammentoo di 7x4x2 mm di uretra prostatica.. risultata negativa da infiltrazione.).


Ora ha eseguito la 2 turv 2look sul dato istologico contradditorio alle immaginia a 2 mesi di distanza il 13/10

e il tumore nella stessa zona di pulizia endoscopica e’ ricresciuto solidamente di atri 2,5 cm.

L istologia nuova dice : sia nei 3 campioni biopsiati al collo vescica ,parete laterale sx e e base collo vescicale:

-"persiste carcinoma uroteliale papillare G2 (i primi 2 tessuti) e g3 collo vescicale ,senza infiltrazione al tessuto connettivo subepiteliale e muscolare, e ne' CIS .o embolia neoplastica vascolare...

classificazione defin. ancora : PTANX g3".



L' assitente urologo che lo ha cura (..e non xche' non mi fidi)..e' portato alla cistectomia tot. subito "salva vita"... anche se non ci sono apparenti secondarismi.

Ma siamo insicuri indecisi x la futura disabilita' (o x la paura di perdere solo del tempo inutile x evitare future possibili metastasi..)



Dalla SUA notevole esperienza prof.le ....e visto la giovane eta'

MI CONSIGLIA Spassionatamente ...una cistectomia radicale seminal sparing

o un tentativo di instillazioni chemioterapiche locali o BCG e poi mantenimento ???



-::eventualmente …E' meglio cistectomia in laparoscopia .. o a cielo aperto ??

-.. quale chemioterapico ha miglior azione contro recidive e maggior spravvivenza .. ??

- si puo unire bcg con mitomicina assieme ?? ho letto di nuovi studi..

- serve la radioterapia ..???? se non e' un T1 ..ma pta g3 ?? o chemioterapia adiuvante ??



MI perdoni ancora , ma sono davvero molto molto molto preoccupato…

(ho gia' perso x un tumore mio padre, mia madre..e mio cognato..sigh..)



GRAZIE di CUORE se puo' consigliarmi ,

SCUSANDOMI DI NUOVO,

e Buon Lavoro.



infermiere gianni

RISPOSTA:
Buongiorno mi puo' chiarire meglio il quesito? A cosa si riferisce circa l'ecografia anomala? Le hanno fatto una diagnosi?
Attrndo un suo chiarimento.
Grazie per la sua richiesta

26/08/2015 - NON PERTINENTE

Radioterapia:cosa succede?

DOMANDA:
Eta': 31-50
Sesso: female
Buongiorno, effettuando la radioterapia divento “radiattivo” per chi mi sta vicino? Penso a mio marito e ai miei figli. La ringrazio

RISPOSTA:
Buongiorno signora, stia tranquilla non è assolutamente radioattiva e può tranquillamente stare vicino a chi vuole quando vuole. La radioterapia utilizza sorgenti di radiazioni ionizzanti esterne (unica eccezione è la brachiterapia che utilizza isotopo radioattivo posizionato a diretto contatto della neoplasia mediante sonde in casi di tumori ginecologici specialmente, ma anche in questo caso non c'è problema di radioattività) e pertanto non c'è radioattività.
Un cordiale saluto.

Dr. Marco Orsatti

05/06/2015 - terapia ormonale

interferenza integratore/terapia ormonale

DOMANDA:
Eta': 31-50
Sesso: female
Terapie: tamoxifene+decapeptyl

Buongiorno,
in seguito ad un intervento di quadrantectomia sono in terapia ormonale già da un anno con decapeptyl+tamoxifene.
Per contrastare un po' le vampate di calore, conseguenza di tale terapia, mi hanno consigliato di assumere ZELDA (di Cristalfarma) in compresse.
Vorrei sapere se qualcuno dei suoi componenti va in contrasto con l'azione della terapia ormonale o se posso assumerlo tranquillamente.
grazie
Lucrezia

RISPOSTA:
Buongiorno sig.ra Lucrezia, il suo quesito va posto all'oncologo che le ha prescritto la terapia ormonale in quanto solo lui può risponderle e verificare se ci sono controindicazioni al farmaco che le hanno consigliato o indicarle rimedio più appropriato.
La ringrazio comunque per avermi contattato e sarò ben lieto di risponderle su quesiti inerenti la mia disciplina, la radioterapia.
Cordiali saluti.

Dr.M.Orsatti

Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.