In caso di cistite batterica e di urinocoltura positiva e dopo i risultati dell’antibiogramma sarà compito del Medico prescrivere la corretta terapia antibiotica per la tipologia dei batteri presenti nelle urine.

La dose giornaliera e la durata della cura dipenderà dalla tipologia di antibiotico e dalla gravità della malattia.
Per la riuscita del trattamento è fondamentale seguire scrupolosamente i consigli del Medico.
Dopo qualche giorno dal termine del trattamento il Medico rivaluterà i sintomi e ricontrollerà gli esiti di un nuovo esame delle urine, in modo da evitare che la cistite diventi ricorrente o si complichi.12

Nelle pazienti in post-menopausa, in alcuni casi, potranno essere prescritti estrogeni naturali o sintetici, in quanto questi riducono il pH vaginale ripristinando così la colonizzazione vaginale da parte del Lactobacillus, un batterio che produce acido lattico e che costituisce una barriera naturale contro altri batteri responsabili delle infezioni urinarie.