ll Dott. Omar Saleh (A.O.U. Careggi, Firenze) ci spiega cos’è l’endometriosi vescicale, quali sono i sintomi – spesso presenti anche in altre patologie – l’approccio diagnostico e terapeutico.

L’endometriosi vescicale è una patologia caratterizzata dalla proliferazione dell’endometrio al di fuori della sua sede naturale che intacca la vescica. Per la paziente comporta sostanzialmente una serie di disturbi urinari che talvolta sono aspecifici, quindi non caratterizzano la patologia ma possono essere presenti in altre patologie. I sintomi più comuni sono disturbo a urinare, bruciore, frequenza a urinare, dolore sovrapubico, che come detto, sono sintomi che si possono trovare nell’endometriosi ma anche in altre patologie non endometriosiche. Tendenzialmente l’endometriosi vescicale deve essere diagnostica e seguita in parallelo all’endometriosi pelvica. Gli approcci diagnostici sono l’ecografia, la visita, l’anamnesi, la risonanza magnetica, tutti gli approcci che si usano anche per l’endometriosi pelvica generale.
Per l’endometriosi vescicale la terapia principale è quella chirurgica, che chiaramente deve essere supportata poi anche da una terapia medica per contornare tutto il resto dell’endometriosi pelvica.