Vuoi condividere la tua storia con altri pazienti che soffrono dei tuoi stessi disturbi? Il confronto è di grande aiuto per affrontare con serenità il percorso diagnostico e terapeutico.
Scrivi a info@curarelacistite.it

Leggi le testimonianze delle altri utenti.

Il racconto di Claudia

Ho 24 anni, soffro di cistite ricorrente. Ho avuto il primo episodio 5 anni fa, è durato un anno intero; gli antibiotici non facevano effetto e l’infezione è anche degenerata in pielonefrite acuta, cioè i batteri erano risaliti ai reni. Infine, passò con una cura antibiotica per iniezioni, molto pesante. Ben presto, purtroppo, ebbi un nuovo episodio di cistite, e poi di nuovo dopo poco tempo, e poi ancora, troppo spesso… ho avuto grandi difficoltà a trovare un interlocutore che volesse arrivare alla causa scatenante… La cistite mi viene quasi automaticamente dopo aver avuto un rapporto sessuale; ma, nonostante questa evidenza, l’urologo cui mi ero rivolta non ne teneva conto. Poi ho trovato una uroginecologa, che, finalmente, ha capito il problema e mi ha prescritto una terapia a base antibiotica preventiva, che funzionava. In teoria, facendola per qualche mese, dopo non avrei più dovuto avere il problema. Invece ho ripetuto la terapia tre volte: appena smetto la cistite mi viene immediatamente… ma è chiaro che non posso prendere antibiotici in eterno! Seguo tutte le regole igieniche e alimentari “anti-cistite”, e prendo integratori alimentari antibatterici e fermenti lattici, ma non è sufficiente. La mia urologa sostiene che non è poi un gran problema, questa cistite. Certo, so che ci sono cose molto peggiori… ma non trovo nemmeno giusto che io, a 24 anni, non possa risolvere questo problema e non possa vivere una vita di coppia “normale”. Curare la prima cistite è stato difficilissimo, trovare qualcuno che capisse e affrontasse le cause è stato difficile… trovare una soluzione spero non sia impossibile.