Il perineo è una zona che ha un forte impatto su molti aspetti della vita. Il benessere della zona pelvica è importante per prevenire condizioni come cistite, dolore pelvico, disturbi sessuali e incontinenza.

Il perineo, o pavimento pelvico, è quell’insieme di legamenti, fasce, tessuti connettivali e muscolari situati a varie altezze, con forme e orientamenti diversi che occupano uno spazio compreso tra sacro-coccige-ischi-pube.

Nella donna, i muscoli superficiali sono collocati tra vulva, uretra, vagina e ano. La muscolatura profonda sostiene la vescica, l’utero e il retto, e in gravidanza anche il feto. Nell’uomo, i muscoli superficiali del perineo sostengono la vescica e il retto e i loro sfinteri.

Le fasce muscolari che compongono il perineo si possono suddividere in tre parti: superficiali, medie e profonde. La posizione e l’orientamento delle fasce muscolari forma una struttura detta anche amaca muscolare.

Cos'è il perineo?

Illustrazioni realizzate da Laura Pezzuti © Loredana La Torre

Il perineo si individua in due triangoli, quello superiore che circonda vagina e uretra – e pene nell’uomo (regione urogenitale) – e quello inferiore che circonda l’ano (regione anale). Tra la regione urogenitale e quella anale c’è il centro tendineo del perineo.

Struttura e funzione del perineo

Illustrazioni realizzate da Laura Pezzuti © Loredana La Torre

Il perineo ha un ruolo importante nel mantenimento della statica, nelle funzioni di minzione, defecazione e nell’attività sessuale, oltre che nella gestazione e nel parto.

Le disfunzioni del perineo

Quando il perineo non esercita al meglio le sue funzioni si può andare incontro ad alterazioni e disturbi, anche importanti, tra cui l’incontinenza urinaria. Questo disturbo interessa sia uomini che donne, ma queste ultime sono più colpite soprattutto nel periodo della menopausa.

Altre disfunzioni causate da alterazioni del perineo possono essere:

  • Dolore pelvico superiore a sei mesi
  • Ritenzione urinaria
  • Urgenza urinaria
  • Minzione lenta e dolorosa
  • Stipsi
  • Emorroidi
  • Dolore anale
  • Problemi sessuali
  • Dolore vulvare
  • Vaginismo
  • Dolore durante i rapporti sessuali
  • Prolasso, ovvero fuoriuscita degli organi.

I principali fattori di rischio per queste condizioni sono: una struttura anatomica predisponente, posture scorrette, costipazione, problemi respiratori cronici, sforzi della colonna vertebrale, travaglio prolungato, sport che sollecitano eccessivamente il basso ventre, cistite, stress, obesità e modificazioni dell’assetto ormonale, ad esempio durante la menopausa in cui gli ormoni femminili vengono a ridursi e si osserva la perdita di elasticità e tonicità del pavimento pelvico.

Gli effetti sul perineo di terapie radianti, farmacologiche e chirurgia

Le terapie radianti, la chirurgia demolitiva (rimozione dell’utero), alcune malattie neurologiche e alcuni farmaci possono avere degli effetti negativi sulla muscolatura del perineo.

Il perineo e la cistite

Tra le abitudini corrette per evitare l’insorgenza di cistiti, la cura del perineo è fondamentale. In questa cura rientra: imparare a rilassare i muscoli pelvici, non stare troppo tempo seduti, prestare attenzione all’igiene delle mani e dei genitali, urinare prima e dopo i rapporti intimi.

Anche mantenere la funzione intestinale regolare è importante. Fare attenzione a farmaci e alimentazione può essere utile: evitare cibi speziati, eccesso di zuccheri, caffeina, alcol, sale, antibiotici e cortisonici.

Il perineo e il parto

Durante il parto il perineo può andare incontro a lesioni traumatiche, sia superficiali che profonde. Tali lesioni spesso vengono sistemate mediante sutura chirurgica, ma possono necessitare anche di una ricostruzione mediante perineoplastica.

Il perineo e la menopausa

Con la menopausa la donna affronta un cambiamento dell’assetto ormonale, in cui vi è una riduzione della produzione di estrogeni. In questo periodo avvengono molti cambiamenti, emozionali, anatomici e funzionali. Anche il perineo va incontro a modificazioni: perdita di elasticità, minore irrorazione sanguigna e assottigliamento dei tessuti. Possono insorgere disturbi sessuali, incontinenza, uretriti e infezioni vaginali. Queste condizioni possono migliorare con l’uroriabilitazione, ma per evitarle è utile “lavorare” sul perineo prima dell’arrivo della menopausa.

Il perineo e sessualità

Una vita sessuale attiva e soddisfacente è strettamente legata al perineo, che racchiude tutti gli organi coinvolti. La donna affronta momenti nella vita in cui possono insorgere disturbi della sfera sessuale come la gravidanza, il post-parto e la menopausa.

Una funzione non ottimale del pavimento pelvico può portare all’alterazione del piacere sessuale. Anche dolore e perdita di urina durante i rapporti e scarsa lubrificazione possono portare a rinunciare ai rapporti intimi. E’ importante non tralasciare questi aspetti per motivi di imbarazzo o imputandoli ad altre ragioni, occorre invece imparare a stimolare nel modo giusto la zona pelvica per raggiungere una vita sessuale più appagante possibile.

Il giusto equilibrio del perineo

Quando sopraggiungono dei disturbi spesso le donne evitano di parlarne, non chiedono un consulto medico e non intraprendono il percorso riabilitativo necessario per recuperare una corretta tonicità del perineo. Questo atteggiamento è scorretto perché tende a considerare le alterazioni, tra cui la diffusissima incontinenza urinaria, come un disturbo accettabile che rientra nella normalità della vita. In realtà si può fare molto per evitare e controllare questo problema.

Innanzitutto è importante avere consapevolezza del nostro perineo, imparare a sentirlo e a stimolarlo nel modo corretto ci permette di preservare la sua tonicità e migliorarne la sua funzionalità. L’attivazione volontaria e controllata dei tessuti perineali stimola la circolazione locale, aiuta a prevenire tutte le sue disfunzioni.

E’ importante rivolgersi a specialisti in uroriabilitazione che possono aiutare ad allenare il nostro perineo ed insegnarci le posture corrette da mantenere nella nostra quotidianità per preservare questa parte di noi, spesso poco considerata.