Dal Congresso annuale EAU* – European Association of Urology, tenutosi a Madrid dal 20 al 24 marzo, è emersa una volta di più la conferma della centralità del ruolo dei glicosaminoglicani (GAGs) nella difesa da cistite e infiammazioni urinarie.

I GAGs sono i costituenti principali del “coating uroteliale“, lo strato protettivo della parete vescicale che, una volta danneggiato, può dare via libera ai disturbi. Di conseguenza è naturale che l’interesse della Comunità Scientifica sia sempre più focalizzato sulle strategie terapeutiche volte a preservare e ricostruire l’integrità di questa importante barriera difensiva, nei diversi casi in cui subisce alterazioni.

Un Simposio Satellite dal titolo: Chemo and radiotherapy induced urinary side effects: The role of Glycosaminoglycans (GAGs)”, ha affrontato in particolare un tema delicato come quello dei disturbi urinari causati dai danni al rivestimento uroteliale conseguenti alla terapia primaria e secondaria per i tumori pelvici.

Una “faculty” di esperti ha esaminato nel corso dell’incontro le attuali evidenze cliniche, discutendo le potenzialità della GAGs Therapy, cioè dell’impiego di una combinazione ad elevata concentrazione di acido ialuronico e condroitin solfato per la riparazione dello strato protettivo della parete vescicale.

I risultati positivi ottenuti in diverse forme di cistite con questa opzione terapeutica, suggeriscono che tale approccio potrebbe rivelarsi utile in pazienti con cistite indotta da chemioterapia e radioterapia.

 

*Il Congresso EAU, giunto quest’anno alla 30° edizione, è il più importante evento europeo in campo urologico, durante il quale i massimi esperti mondiali di questa area terapeutica presentano ogni anno i risultati delle loro ricerche, condividendo spunti di rilevanza clinica primaria e idee rivolte all’innovazione urologica.