Dal congresso della Società Italiana di Urodinamica (SIUD) 2015, consigli pratici e semplici accorgimenti per superare il disagio dell’incontinenza in vacanza e affrontare con più tranquillità l’estate e le vacanze.

L’estate, il caldo, i viaggi verso le agognate mete turistiche, sono invece un incubo per i 5 milioni di italiani che soffrono di incontinenza, il 60% dei quali è rappresentato da donne.

Ecco cosa fare:

  1. Bere, anche 2 litri al giorno. E’ buona norma sempre ma in particolar modo con il caldo. Per sottoporre la vescica a un minor stress bevete però piccole dosi di liquidi durante l’arco della giornata e soprattutto a temperatura ambiente
    Contro l'incontinenza e la cistite d'estate: il primo consiglio è bere molto
  2. Evitare alcol, tè e caffè perché favoriscono l’iperattività vescicale
    Contro l'incontinenza e la cistite d'estate: evitare alcolici e bevande con caffeina
  3. Mangiare molta frutta ricca di vitamina C, come arance, kiwi, ananas. Essa contribuisce ad acidificare l’urina, riducendo i rischi di infezioni batteriche
    Contro l'incontinenza e la cistite d'estate: mangiare molta vitamina C
  4. Integrate la dieta con fermenti lattici, contenuti ad es. in yogurt, e cereali in modo da favorire il regolare funzionamento dell’intestino
    Contro l'incontinenza e la cistite d'estate: integrare i fermenti lattici
  5. Prevenire le infezioni batteriche con il mirtillo rosso, un prezioso alleato del vostro apparato urinario.
    Contro l'incontinenza e la cistite d'estate: un aiuto importante dal mirtillo rosso
Per gestire l’incontinenza lontani da casa rifornitevi degli adeguati presidi:
  • Per l’uomo l’ausilio più usato in caso di aumentata frequenza è l’urocondom, una sorta di preservativo autocollante che viene collegato a un sacchetto di raccolta dell’urina da attaccare alla coscia.
  • Per le donne, se il problema è lieve è sufficiente utilizzare un pannolino un po’ più assorbente di quello utilizzato nella norma. Ne esistono di diversi tipi, anche in materiale biocompatibile e ipoallergenico, in fibra naturale, traspiranti che proteggono da irritazioni e anche da eventuali odori, fino ad arrivare alle mutande assorbenti elasticizzate
  • In caso di autocateterismo, assicurarsi di avere una scorta di cateteri, il tubo di prolunga, eventuale lubrificante, salviette antisettiche, gel igienizzante per le mani. In caso di viaggi in aereo mettere il tutto nel bagaglio a mano e ricordarsi di portare un documento, rilasciato dal medico curante, che attesti che il materiale serve per ragioni mediche e per uso personale
  • In caso di soggiorno in albergo, portate con voi biancheria da letto idrorepellente
  • Lavatevi spesso, per ridurre la presenza di batteri che possono aggravare l’incontinenza, ricorrendo anche a salviettine antisettiche.
Prima di iniziare il viaggio svuotate sempre la vescica e se andate in autobus o in aereo, scegliete i posti vicino al corridoio e se possibile ai bagni. Durante una passeggiata se sentite lo stimolo rallentate e fermatevi un attimo in modo da riuscire a contrarre più efficacemente i muscoli.

Infine, rilassatevi! Se seguite i consigli, sarà possibile godervi la vacanza anche se soffrite d’incontinenza.